NEWS ECONOMIA – NOTIZIE

01 giugno 2017

Accademia Industria 4.0 con Schneider Electric

Chiusa con successo la prima sperimentazione dell’Accademia Industria 4.0: un progetto di Alternanza Scuola Lavoro ideato da Schneider Electric per offrire agli studenti l’opportunità di venir a contatto con competenze e tecnologie che stanno cambiando l’industria, mettendola al centro della trasformazione digitale.



L’iniziativa – avviata in fase sperimentale con la partecipazione di un gruppo di 32 studenti del 4° e 5° anno degli Istituti Tecnici Industriali “Aldini Valeriani” di Bologna e “Fermo Corni” di Modena – rappresenta un’esperienza articolata e completa, molto sfidante per i ragazzi.

In 5 giornate di formazione intensiva nella sede Schneider Electric di Stezzano (BG), un’esperienza di contatto interattiva con il mondo del lavoro, accompagnata da una riflessione sui futuri scenari tecnologici e industriali e un approfondimento delle tecnologie e soluzioni che consentono la digitalizzazione. Terminata la settimana in azienda, si propongono agli studenti due nuovi obiettivi: trasformarsi in docenti, condividendo con gli altri compagni quanto hanno appreso durante la formazione, trasformarsi in protagonisti della trasformazione digitale nel tessuto industriale locale, realizzando con il supporto di Schneider Electric un’indagine nelle aziende del loro territorio, per scoprire quanto sono informate e pronte sul tema dell’Industria 4.0 e del Piano Nazionale lanciato per supportare investimenti e innovazione. Infine ci sarà la possibilità di fare di questa esperienza l’oggetto della tesina da presentare alla maturità.

L’obiettivo, in collaborazione con il MIUR (Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca) è di coinvolgere 5 mila studenti entro i prossimi 5 anni, «continuando a portare avanti anche tutte le altre iniziative per la scuola, che dal 2000 ci hanno visti collaborare con oltre 300 istituti coinvolgendo più 20 mila fra studenti e docenti», ha dichiarato Gianfranco Mereu, responsabile dell’Attività Scuole e Università di Schneider Electric.