Mitsubishi Electric Europe B.V.

L’importanza del CNC nella lavorazione degli stampi

Le macchine mostrano precisioni sempre maggiori; esse devono essere pilotate da controlli altrettanto precisi, in cui potenza di calcolo e velocità di esecuzione dei comandi siano all’altezza del compito. Il controllo ha un ruolo fondamentale perché deve essere in grado di elaborare al meglio il percorso utensile, prevedendo e anzi anticipando il comportamento reale della macchina, compensando eventuali errori meccanici o deviazioni dinamiche dalla traiettoria ottimale. Tutto ciò è ben chiaro in Mitsubishi Electric!

In particolare il CNC deve disporre di funzioni capaci di realizzare traiettorie perfette e impartire comandi adeguati ad assi e mandrini, tenendo conto di errori geometrici della macchina, di flessioni e torsioni meccaniche, ma anche di eventuali piccole imprecisioni del programma. Mitsubishi Electric si contraddistingue per le sue caratteristiche avanzate nell’ottimizzazione del percorso utensile; per esempio la funzione SSS (Super Smooth Surface), ora arrivata alla 4° generazione, è capace di elaborare il programma pezzo in anticipo per creare movimenti più accurati e rapidi, attuando anche funzioni di controllo di tolleranza e decelerazione sugli spigoli. Queste funzionalità sono molto apprezzate nel settore degli stampi e fanno sì che il marchio Mitsubishi Electric sia scelto da molti costruttori mondiali di macchine utensili.

La destinazione d’elezione del CNC è naturalmente il costruttore, ma l’offerta Mitsubishi Electric non si esaurisce con il prodotto, essendo articolata in una serie di servizi anche per l’utente finale, come lo studio, la progettazione del prodotto e della metodologia migliore in fase di prevendita. C’è poi l’assistenza e il supporto alla programmazione e all’ottimizzazione della macchina, i corsi di formazione e altri servizi vari per gli operatori.

L’ultima generazione di controllori Mitsubishi Electric è la serie M8, articolata in una ampia gamma di modelli: per tutti vale una grande ricerca di prestazioni e affidabilità. Questa cura si traduce in un hardware particolarmente potente, in grado di eseguire a enorme velocità (270mila blocchi al minuto) i calcoli molto complessi che caratterizzano il settore degli stampi, tradizionalmente alle prese con geometrie non ordinarie. Notevole è anche la facilità d’uso, che garantisce un utilizzo rapido e intuitivo. Nella serie M8 c’è anche la possibilità di installare due metodi conversazionali per poter intervenire con facilità sul programma direttamente a bordo macchina, quando necessario.

La raccolta, l’elaborazione e l’analisi dei dati sono fondamentali per il paradigma Industria 4.0, come anche per Mitsubishi Electric: e-F@ctory, il concetto di fabbrica digitale sviluppato dall’azienda già nel 2003, ha generato un sistema di alleanze tra oltre 300 aziende in tutto il mondo in grado di fornire soluzioni a livello di campo, di controllo, di processo e di business intelligence, tutte interoperabili e accomunate dall’adozione di un unico protocollo standard che permette al cliente finale di disporre di una soluzione completa. . Questo conferma la completa apertura dei CNC Mitsubishi Electric verso il mondo esterno per usi di diagnostica, di allarmi e di qualunque informazione sia necessaria per soddisfare le esigenze dei clienti.