Canali

E-Repair con Siemens e Anima per un nuovo modello Industry Service 4.0

Il progetto, improntato sulla circular economy, viene promosso insieme a Siemens e la federazione Anima di Confindustria, trasformando il modo di fare service industriale.

Il processo aziendale di rigenerazione certificata realizzato da E-Repair permette di recuperare schede elettroniche industriali obsolete, fuori produzione o difficilmente reperibili sul mercato. Inoltre, soluzioni personalizzate di manutenzione preventiva, consentono di salvaguardare l’impianto e ridurre le possibilità di guasto, abbattendo così i tempi e i costi del fermo macchina.

E-Repair ha già anticipato la presentazione dei nuovi servizi del Service 4.0 nel corso della fiera A&T, dedicata all’Industria 4.0 e alle tecnologie innovative, tenutasi a Torino lo scorso aprile. In quella occasione, per la prima volta in 11 anni di attività, E-Repair si è presentata in una fiera insieme a Siemens e TG Emme, il service partner ufficiale Siemens per la riparazione dei motori industriali. Durante la prossima edizione della fiera SPS IPC Drives Italia alle Fiere di Parma il 22-24 maggio 2018, E-Repair con il supporto di Siemens vuole proporre una serie di nuovi servizi che cambieranno per sempre la modalità di fare service industriale.

E-Repair è partner di Anima – Confindustria Meccanica Varia (la federazione delle Associazioni Nazionali dell’Industria Meccanica varia e affine), intervenendo come sponsor, anche, durante l’assemblea generale dello scorso dicembre presso il Palazzo delle Stelline di Milano. Durante la fiera parmigiana, SPS E-Repair sarà presente con i propri materiali all’interno dello stand di Anima – Confindustria Meccanica Varia. E-Repair ha lanciato lancio un nuovo concetto di Industry Service 4.0, volto anche alla sensibilizzazione delle aziende sul tema del rispetto ambientale e del riuso/rigenerazione dei componenti industriali. L’Industry Service 4.0 è stato implementato non solo per supportare le aziende che si affacciano verso il concetto di Industria 4.0, ma anche per tutte le aziende che non possono permettersi di avere dei lunghi fermi-impianto. Negli ultimi decenni abbiamo assistito a un cambio radicale del sistema produttivo: ormai le aziende non stoccano più i prodotti finiti presso i loro magazzini, ma pianificano le loro produzioni sulla base delle commesse ricevute. Quindi, nel momento in cui l’impianto si guasta e si ferma la produzione si bloccano, immediatamente, anche le vendite. Il fermo-macchina può, inoltre, ripercuotersi anche sulle risorse umane impegnate nell’impianto guasto, costringendole a una riduzione dell’orario lavorativo, alla cassa integrazione, o addirittura alla sospensione/risoluzione dei contratti a tempo determinato.

In un’ottica di circular economy, E-Repair è la prima azienda sul mercato ad aver messo a punto un processo aziendale di rigenerazione certificata da appositi standard di qualità, che le ha permesso di recuperare schede elettroniche industriali obsolete, fuori produzione o difficilmente reperibili sul mercato. Ogni prodotto riparato o rigenerato da E-Repair viene sottoposto a test sotto-sforzo di funzionalità e viene garantito per 1 anno. Il cliente ha la possibilità di usufruire di un’area dedicata sul nostro sito, sia per richiedere velocemente un intervento che per tracciare il prodotto in ogni fase della riparazione. Inoltre, l’azienda ha sviluppato un nuovo processo in ambito di manutenzione preventiva, elaborando soluzioni personalizzate e altri servizi a valore aggiunto quali il lavaggio tecnologico, il back-up dei dati, il censimento dei prodotti installati sull’impianto, che permettono di ridurre le possibilità di guasto sulla linea. E-Repair effettua, anche, l’anticipo dei prodotti rigenerati e nel caso di schede “personalizzate” è in grado di creare un magazzino, dedicato per ogni singolo cliente, con il back-up dei prodotti strategici degli impianti, in modo da poterli inviare immediatamente in sostituzione dei prodotti guasti. Il nuovo concetto di Service 4.0 si basa dunque sulla prevenzione del guasto attraverso servizi di manutenzione personalizzati; un magazzino dedicato con il back-up dei prodotti strategici dell’impianto, anticipo del prodotto rigenerato, in sostituzione del prodotto guasto. Questo processo innovativo ha quindi permesso di superare la modalità di riparazione utilizzata dalla maggior parte dei service generici, che prevede tre fasi: richiesta di riparazione dopo il guasto, riparazione e invio del prodotto, comportando così un allungamento dei tempi di riparazione e quindi dei costi dovuti al fermo-impianto per l’industria.

E- Repair investe ogni anno il 25% del suo fatturato in ricerca e sviluppo per la creazione di strumenti all’avanguardia sia per la riparazione sia per attività di testing “sotto-sforzo” dei prodotti, simili a quelle degli impianti industriali. Tutti i processi aziendali sono controllati attraverso specifici software gestionali e ogni attività può essere monitorata dal cliente, accedendo direttamente sull’area riservata nel sito www.e-repair.it, dove reperire anche le informazioni relative allo storico degli acquisti e delle riparazioni, comprese le fatture e i DDT.