Articoli

Elesa: progettare e produrre componenti in polimeri e metallo

Elesa è specializzata nella progettazione e produzione di componenti standard in materiali plastici e metallo per i settori dell’industria meccanica industriale, delle macchine e delle attrezzature industriali.

Nata nel 1941 con una sede a Milano e un’officina di produzione a Monza, dove ancor oggi trova posto il cuore delle sue attività, Elesa è una realtà conosciuta a livello internazionale per la progettazione e produzione di componenti standard in materiali plastici e metallo.
I suoi principali settori di riferimento sono:
– l’industria meccanica industriale
– l’industria delle macchine e delle attrezzature industriali.

I campi di applicazione però sono ancora più numerosi:
– macchine per produzione e confezionamento alimentare, delle bevande e dei farmaci
– attrezzature per il catering
– attrezzature medicali e ospedaliere
– attrezzature di laboratorio
– macchine movimento terra
– macchine per lavorazione del legno
– macchine agricole
– attrezzature e macchine tessili
– illuminazione professionale ed entertainment

Proprio a Monza, su un’area di 70mila metri quadrati, si concentrano tutte le attività dalla progettazione alla produzione, e trova spazio il nuovo Centro Logistico automatizzato con oltre 1.200 serie di prodotti diversi per un totale di più di 50mila codici prodotto disponibili a magazzino nel catalogo dei prodotti Elesa.
L’Italia è però solo il punto di partenza. “Ad alimentare la nostra continua crescita” racconta l’Ing. Marco Franchini, Technical Manager Elesa Spa, “ha contribuito, sin dagli anni Sessanta, il processo di internazionalizzazione, che ha portato successivamente alla costituzione di 4 filiali direttamente controllate in Francia, Regno Unito, USA e Svezia, 8 filiali in joint venture con la società Otto Ganter GmbH & Co. KG – distributore ufficiale di Elesa in Germania – in Austria, Spagna, Polonia, Repubblica Ceca, Cina, India, Turchia e in Olanda, alle quali si aggiunge una qualificata rete di distributori che assicurano un servizio efficiente e tempestivo in oltre 60 paesi nel mondo.”

Quali lavorazioni meccaniche eseguite e con quale parco macchine?

“Il nostro parco macchine è studiato per costruire e mantenere gli stampi e le attrezzature dedicati alla produzione dei nostri articoli. L’esperienza maturata in 80 anni di progettazione e stampaggio di materie termoplastiche e termoindurenti è condensata in un capitolato costruttivo dei mezzi di produzione che sono realizzati con i migliori materiali disponibili sul mercato. Questi sono sottoposti a lavorazioni di:
– fresatura in alta velocità
– erosione a tuffo
– erosione a filo
– rettifica tangenziale e da esterni
– tornitura di precisione
– incisioni superficiali.
L’alta precisione e la ripetibilità delle lavorazioni sono monitorate poi con sistemi di misurazione 3D a contatto”.

Se poteste investire in tecnologia su cosa puntereste e perché?

“Abbiamo appena terminato un importante investimento che punta ad automatizzare le lavorazioni che lo permettono. Quindi, in questo particolare momento storico, punteremmo sulla sostituzione di alcune macchine utensili per tenere alto il livello prestazionale e tecnologico dell’intero parco”.

Qual è il punto di forza di Elesa?

“Sicuramente l’ampia gamma di prodotti, frutto di un virtuoso abbinamento tra tecnologia e design. Il processo di innovazione continua, garantito dall’attività del reparto R&S, ha dato origine a linee di prodotti standard per applicazioni ad alte prestazioni: le High Performing Lines di Elesa. Ulteriore esempio dell’elevato livello di know-how tecnico e flessibilità di produzione raggiunti. Si tratta di una selezione dei più tradizionali prodotti standard con caratteristiche fisiche studiate per rispondere a specifiche esigenze di settori particolari, per garantire sicurezza delle produzioni.
Tra le linee più recenti presenti nel catalogo Elesa:
– SAN-Antimicrobial in tecnopolimero con azione autosanificante contro microbi, batteri e funghi;
– VD Visually Detectable, con componenti in tecnopolimero idoneo al contatto con i cibi FDA approved, in colore RAL 5005 “Blu Segnale” rilevabile all’occhio umano;
– MD Metal Detectable, in tecnopolimero ma con additivo rilevabile al metal detector;
– Super-Tecnopolimero, per elevate prestazioni meccaniche e termiche;
– ESD (Elettrostatric Discharge Conductive) che previene l’accumulo di carica elettrostatica tra corpi a differente potenziale. Oltre ai componenti normalizzati siamo in grado di realizzare anche prodotti ad hoc per esigenze specifiche. Definiamo questa nostra capacità ‘standardizzazione personalizzata’, grazie alla quale individuiamo la soluzione più idonea in termini di materiale, colore, caratteristiche tecniche e dimensionali. I nostri clienti, inoltre, possono contare anche su uno shop online, con disponibilità di acquisto 24/7, nessun minimo fatturabile richiesto e acquisti online alle condizioni già offerte attraverso il canale tradizionale.
Ma il focus principale resta sul progettista. Il sito elesa.com, sempre aggiornato con tutti i nuovi prodotti, offre il free download di disegni CAD nei più comuni formati 3D per ogni codice disponibile a catalogo, così da poter essere messi sui disegni del cliente con grande facilità e rapidità.
Abbiamo creato prodotti unici e riconoscibili nel mondo, premiati dalle più autorevoli giurie internazionali di Industrial design, tra cui il Compasso d’oro in Italia; la IF, il Design Center Stuttgart e il Red Dot Award in Germania; il Good Design Award in Giappone. A tal proposito, alcuni componenti della linea Ergostyle saranno esposti all’ADI Design Museum di Milano che ospiterà l’esposizione permanente dei prodotti premiati con il Compasso d’oro”.

Avete investito in Industria 4.0 e digitalizzazione? Sono temi che ritenete utili alla vostra attività?

“Investiamo costantemente in nuove tecnologie e in sistemi integrati digitali che sono ritenuti strategici per mantenere il vantaggio competitivo sul mercato. L’ultimo investimento in questa logica è stata l’isola robotizzata composta da:
– fresatrice
– erosione a tuffo
– CMM (Coordinate-Measuring Machine)
asservite da un’automazione a pallet che governa l’intero processo.
Un altro importante passaggio è l’estensione del PLM a tutte le postazioni dell’attrezzeria, al fine di ridurre al minimo indispensabile l’uso del disegno tecnico in formato cartaceo e contestualmente dare all’operatore molte più informazioni utili come istruzioni di montaggio, report ecc.”.

production mode