Canali

Maestro della Meccanica 2020, gli 8 premiati

Assegnati alla 32.Bi-MU i riconoscimenti della X edizione del premio di Ucimu - Sistemi per Produrre e Fondazione Ucimu.

Giuseppe Capellini di Capellini (Podenzano, PC), Silvano Cecchi di ServoPresse (Settimo Milanese, MI), Roberto Ghizzardi di Camozzi Group (Brescia), Maurizio Massini di Mandelli Sistemi (Piacenza), Ferdinando Medea, già direttore commerciale per D’Andrea (Lainate, MI), Dario Scazzola di Grinding Technology (Cassine, AL), Giuseppe Verre di Jobs Automazione (Piacenza), Ezio Zibetti di DB Information (Milano): questi i nomi dei Maestri della Meccanica 2020.

La premiazione dei Maestri 2020 è avvenuta lo scorso sabato 17 ottobre a fieramilano Rho (MI), nell’ambito della 32.Bi-MU, la biennale internazionale dedicata a macchine utensili a asportazione, deformazione e additive, robot, digital manufacturing, automazione e subfornitura, promossa da Ucimu – Sistemi per Produrre, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione.

A premiare i Maestri della Meccanica edizione 2020 sono stati Barbara Colombo (neopresidente Ucimu – Sistemi per Produrre e Fondazione Ucimu), Alessandro Mattinzoli (Assessore allo Sviluppo economico della Regione Lombardia) e Alfredo Mariotti (direttore generale dell’associazione), che hanno consegnato attestato e medaglia.

Giuseppe Capellini, fondatore di Capellini, da oltre 50 anni attiva nel settore della fresatura e della rettifica di precisione grazie alla progettazione, allo sviluppo e alla realizzazione di mandrini per macchine utensili. Il suo impegno, la sua responsabilità imprenditoriale e l’affidabilità dei suoi prodotti lo hanno reso uno dei principali interpreti europei del prodotto e fornitore di riferimento di marchi di rilevanza internazionale.

Silvano Cecchi, classe 1943, ha fondato nel 1970 ServoPresse, società che progetta e produce linee di alimentazione per presse e macchine che utilizzano coils nel settore della deformazione della lamiera. Con la sua forte passione, una continua ricerca tecnologica, la qualità dei macchinari prodotti e la serietà verso clienti e collaboratori è riuscito a trasformare l’azienda in una realtà all’avanguardia e leader nel settore sia in Italia che all’estero.

Roberto Ghizzardi, da quarant’anni è al servizio del gruppo Camozzi come responsabile di produzione. Tecnico di grande esperienza, negli anni, è stato in grado di gestire un team di lavoro composto da persone altamente specializzate e di grande competenza tecnica. La sua longeva presenza in azienda gli ha permesso di assistere alla trasformazione della stessa, nata come realtà famigliare e divenuta oggi gruppo multinazionale.

Maurizio Massini si è distinto nel corso della sua carriera, di quasi quarant’anni in Mandelli, per le profonde conoscenze meccaniche e le sue doti umane. Partendo da semplice assemblatore meccanico, ha saputo negli anni affinare le sue abilità nel montaggio meccanico fino a diventare un punto di riferimento tecnico-meccanico per l’intero reparto di produzione dell’azienda. Modello di attenzione e cura nell’esecuzione di complessi montaggi meccanici ha eseguito personalmente negli ultimi vent’anni il montaggio e la messa a punto di prototipi di tutte le nuove linee di prodotto della società.

Classe 1944, Ferdinando Medea, dopo un lungo e proficuo lavoro come dirigente in D’Andrea ha poi continuato una brillante carriera imprenditoriale. Con entusiasmo e competenza, durante gli anni ha avuto un ruolo molto importante nell’individuare, promuovere e sviluppare varie aziende operanti nel settore degli accessori per le macchine utensili portandole a divenire veri campioni del “made by italians” a livello globale.

Dario Scazzola ha dedicato la sua carriera lavorativa, lunga oltre quarant’anni, al mondo della rettifica. Entrato in Tacchella Macchine (oggi Grinding Technology) da molto giovane, ha operato in vari ambiti lavorativi, dalla produzione ai collaudi, dal service al commerciale. Ha ricoperto un ruolo fondamentale nel processo di progettazione, lancio e commercializzazione della storica rettificatrice Universale Tacchella Elektra. Il macchinario ha avuto un successo planetario diventando riferimento mondiale per le rettificatrici universali e dettando a lungo l’agenda delle più grandi innovazioni del settore.

Giuseppe Verre si è distinto per le sue doti organizzative e per la sua vocazione per l’innovazione di processo che gli hanno permesso di gestire rilevanti sfide come la crescita di molti prestigiosi brand di Macchine Utensili e il rilancio di alcuni tra i marchi storici, contribuendo alla salvaguardia di una parte importante dell’industria italiana di settore. Per oltre trent’anni dirigente industriale per il Gruppo Fidia, ha poi iniziato una nuova esperienza nel Gruppo FFG con l’obiettivo di gestire i processi operativi e la fase di ripartenza nelle società acquisite in Italia, quali: Sky Thrive Rambaudi, Sigma, Jobs e Grinding Technology.

Ezio Zibetti, ingegnere di formazione, da anni opera in “Tecnologie Meccaniche”, rivista di riferimento per gli operatori del settore della macchina utensile, della robotica e automazione. Con una ricca conoscenza del mondo della macchina utensile e delle realtà che ne fanno parte, si distingue per la sua chiara e diretta capacità comunicativa. La collaborazione con Ucimu – Sistemi per Produrre e il sostegno di svariati progetti dell’associazione confermano il suo grande attaccamento e interesse al mondo della macchina utensile.

L’iniziativa Maestro della Meccanica è istituita da Ucimu – Sistemi per Produrre attraverso Fondazione Ucimu e patrocinata da Tecnologie Meccaniche, per sottolineare come l’ingegno e la professionalità di imprenditori e dipendenti contribuiscono in modo decisivo all’avanzamento dell’intero sistema manifatturiero italiano.

Destinati a quanti (imprenditori, dirigenti, quadri, tecnici, operai) hanno determinato, e determinano tuttora, l’evoluzione dell’industria meccanica italiana con scoperte e invenzioni, soluzioni di prodotto e di processo, sviluppo delle macchine e razionalizzazione dell’organizzazione aziendale, sistemi per la sicurezza dei lavoratori e il rispetto dell’ambiente, i premi 2020 sono stati consegnati da Barbara Colombo, presidente di Fondazione Ucimu e di Ucimu – Sistemi per Produrre e Alfredo Mariotti, direttore generale dell’associazione.

Questi 8 nuovi Maestri della Meccanica, premiati dalla commissione giudicatrice, si aggiungono ai vincitori delle passate edizioni del concorso, andando ad accrescere il numero dei membri del “Club dei Maestri della Meccanica” che già annovera: Maurizio Bellosta di Bellosta (Briga Novarese, NO), Roberto Bianco di Smoov Asrv (Putignano, BA), Carlo Giuseppe Biglia di Officine Biglia (Incisa Scapaccino, AT), Lorenzo Brignoli di DMG (Tortona, AL), Giuseppe Bolledi di MCM (Piacenza), Giancarlo Capra (Carzano, TR), Gianfranco Carbonato di Prima Industrie (Collegno, TO), Flavio Carboniero di Omera (Chiuppano, VI), Luigi Ceretti di Buffoli Transfer (Brescia), Luciano Cireni di Rosa Ermando (Rescaldina, MI), Maurizio Colombo (Vallemare di Cepagatti, PE), Pietro Colombo di BLM (Cantù, CO), Armando Corsi, Mario Cozzi di CDZ (Pregnana, MI), Nicola Daschini (Carugo, CO), Ermanno D’Andrea (Lainate, MI), Ambrogio Delachi di Officine EI.ME (Pordenone), Giuseppe Fin di Sinico MTM (Brogliano, VI), Mauro Garoldi di Colgar (S. Pietro all’Olmo, MI), Ivano Gerardi (Lonate Pozzolo, VA), Paolo Ghiringhelli di Ghiringhelli (Luino, VA), Luigi Ielmini di Cesare Galdabini (Cardano al Campo, VA), Luigia Assi Just di Millutensil (Milano), Mario Lattuada di Cesare Galdabini (Cardano al Campo, VA), Fulvio Levati, Pierluigi Mafezzoni di Buffoli Transfer (Brescia), Luigi Maggioni di Unimec (Usmate Velate, MB), Bruno Maiocchi di Ucimu – Sistemi per Produrre (Cinisello Balsamo, MI), Pierangelo Mandotti di Tecnoweb Converting (Cremona), Alessandro Massola di Schaeffler Italia (Novara), Remigio Mazzega di Safop (Pordenone), Arrigo Mellini di Morara Decima (Casalecchio di Reno, BO), Renato Pastori di Faspar (Robecco sul Naviglio, MI), Maria Angela Picco di Picco (Castano Primo, MI), Matteo Piccoli di BLM (Cantù, CO), Flavio Radrizzani di Adr (Uboldo, VA), Paolo Redaelli di Rollwasch (Albiate, MB), Sandro Salmoiraghi di Salmoiraghi (Monza), Silvano Saporiti di Saporiti (Solbiate Olona, VA), Orlando Zaffaroni di Zani (Turate, CO).