Canali

Cecimo: l’Europa produce il 35% delle macchine utensili di tutto il mondo

Il dato emerso all’Assemblea Generale del Cecimo a Rüschlikon, nel Canton Zurigo (Svizzera).

Cecimo, l’associazione europea delle industrie della macchina utensile che riunisce 15 associazioni nazionali di costruttori di macchine utensili in rappresentanza di circa 1500 imprese, ha annunciato un fatturato per il 2018 di 27,5 miliardi di dollari, vale a dire +9% rispetto al 2017. Questo assicura il 35% del mercato globale della produzione di macchine utensili. Ma il rallentamento del commercio nel mondo e la debolezza che si avverte nel business sono rischi da non sottovalutare.

La crescita industriale nel 2018 ha infatti rallentato a causa della stagnazione gloable, le incertezze geopolitiche e il sentimento di debolezza nel business. Ci si aspetta che l’attività industriale rallenti anche nel 2019, per poi iniziare a riprendersi nel 2020: quest’anno, il mercato delle macchine utensili europee dovrebbe in particolare espandersi più lentamente rispetto a quelli in USA e Asia.

Le ultime stime Cecimo per il 2018 registrano un altro record per la produzione di macchine utensili (appunto 27,5 miliardi di dollari, +9% rispetto al 2017). La produzione globale è cresciuta a un tasso forfettario di 1% raggiungendo un volume of 79,7 miliardi di dollari nel 2018. La crtescita è stata trascinata da Cina, Brasile, Turchia e Canada che hanno visto un crollo percentuale a due cifre dei tassi di crescita.

I clienti in Europa hanno registrato un tasso di crescita dell’1,8% nel 2018 e si aspettano una crescita lineare per questo 2019. Le industrie che spingono all’acquisto della produzione globale di macchine utensili nel mondo hanno registrato una crescita di approssimativamente il 5% nel 2018 e ci si aspetta che scenda al 2,3% per quest’anno.