Canali

#ASTeem4Steel, comunicare l’acciaio alle nuove generazioni valorizzando innovazione e sostenibilità

Obiettivo dell’iniziativa, avvicinare le nuove generazioni ai percorsi di studio STEEM (Science, Technology, Engineering, Economics, Mathematics) per accedere alle carriere nel settore dell’industria manufatturiera.

L’evoluzione delle tecnologie digitali e la velocità con cui vengono adottate sta producendo conseguenze dirompenti nel mondo del lavoro, incoraggiando la nascita di nuove figure professionali e trasformando in chiave tecnologica quelle già esistenti. Il digitale rappresenta oggi un’importante opportunità occupazionale per le nuove generazioni e l’obiettivo è contribuire a ridurre il divario tra le competenze digitali dei giovani e quelle richieste dal mercato del lavoro, che non riesce a colmare questa lacuna attraverso percorsi formativi adeguati.

In questo scenario è nata “A Steem For Steel”, un’iniziativa education che parte a gennaio 2020 in 4 città italiane e mira a sensibilizzare i giovani, in particolare gli studenti delle scuole di secondo grado, verso l’importanza degli studi STEEM (Science, Technology, Engineering, Economics, Maths) per accedere alle numerose opportunità professionali e di carriera nel settore dell’acciaio.

Nata da un’idea di Raffaella Poggio, consulente di  Fondazione Marcegaglia, con il sostegno della Fondazione, al progetto hanno aderito  alcune delle più importanti aziende siderurgiche italiane: ABS – Danieli Automation, Acciaierie Venete, Gruppo Marcegaglia e Sideralba, che hanno riconosciuto a questa iniziativa il valore e il ruolo di attirare le nuove generazioni alla siderurgia, facilitare lo sviluppo delle competenze richieste dal mondo dell’acciaio, aprire la strada a un nuovo modo di fare cultura industriale, valorizzando uno dei comparti più strategici del Made in Italy.

Saranno proprio gli studenti delle scuole di secondo grado, di 4 città italiane sedi dei promotori, i protagonisti di “A Steem For Steel” che, attraverso una serie di attività pratiche e laboratoriali a più livelli, e con una metodologia project-based learning, parteciperanno in team a workshop, innovation camp e contest tra istituti. Da fine gennaio a giugno si sfideranno sui social divulgando ai loro coetanei i lati meno noti di questo settore quali economia circolare, innovazione e sostenibilità ambientale.

«Quanti di noi sanno che il settore dell’acciaio è un modello di economia circolare perfetta? Con il progetto A Steem For Steel vogliamo arrivare agli studenti facendo conoscere gli aspetti virtuosi del settore e i suoi noti e nuovi sbocchi professionali, accompagnandoli quindi a scegliere percorsi di studi universitari o di specializzazione che li preparino a entrare in questo mondo e a diventarne concretamente i futuri protagonisti», ha spiegato Poggio, ideatrice del progetto. «È fondamentale far conoscere ai ragazzi i lati innovativi, sostenibili e straordinari della siderurgia italiana, attivando esperienze reali accanto ad aziende leader che hanno coniugato l’innovazione tecnologica con i loro processi produttivi, investendo nella trasformazione digitale per mantenere questo settore una delle eccellenze dell’economia italiana. Altro scopo fondamentale è incentivare il mondo femminile a considerare le opportunità offerte dal settore, contro gli stereotipi che allontanano le giovani donne dai percorsi tecnico-scientifici. Questo progetto nasce, infine, per colmare lo skill gap, un fenomeno non solo italiano ma che certamente occorre provare ad arginare. Sempre di più il mondo del privato sta capendo che occorre farsi carico di questa problematica ed agire coerentemente. Ecco perché così tante aziende hanno deciso di collaborare attivamente verso un obiettivo comune e responsabile».