C.R.M. Mazzoccato, soluzioni DIFF3renti e personalizzate

Fino a che punto si può arrivare con la personalizzazione di un prodotto? Cosa significa il termine mass customization, oggi indicato come il futuro trend del mercato?

Un tempo Henry Ford poteva permettersi di dire “Potrete avere la nuova Ford T in ogni colore vorrete, purché sia nero” oggi il consumatore richiede sempre più personalizzazioni che si adattino al suo modo di essere. Mass customization è dunque l’esatto opposto di mass production. Lo sa bene C.R.M. di Mazzoccato Arturo & Figli s.r.l., azienda che progetta e produce utensili speciali per lavorazioni ad asportazione truciolo per l’industria metalmeccanica e che ha fatto della personalizzazione la sua arma vincente.

Per soddisfare fino all’ultima le molteplici esigenze dei diversi clienti, occorre infatti un servizio non compreso nel prezzo di un utensile già pronto, che riesca a comprendere le esigenze effettive, a sondare nel proprio know-how pluriennale e in tanti settori diversi, a proporre ogni volta una soluzione veramente adatta al problema produttivo. Per un produttore di particolari in metallo, PTFE, grafite, alluminio, plexiglas, che ha un problema, ed è interessato alla soluzione ottimale, C.R.M. Mazzoccato offre una nuova soglia di personalizzazione: competenza per progettare e produrre, un ulteriore passo avanti nel perfezionamento di un processo.

Dove la mass production produce diversi prodotti in grande quantità, ottimizzandone il prezzo ed i margini con i volumi, per utilizzi che vogliono esser sempre più differenziati, la mass customization prevede invece ascolto, confronto, ragionamento, intelligenza, e non artificiale. Quel tipo di intelligenza produttiva che occorre al cliente per selezionare quanto di meglio trova sul mercato, o al fornitore, che è disponibile ad elaborare soluzioni sempre diverse ed a proporle a chi è tanto coraggioso da richiederle.

C.R.M. Mazzoccato e la personalizzazione DIFF3rente

“Se fai le stesse cose sempre nello stesso modo, otterrai solo gli stessi risultati”, recita il famoso adagio. Come perseguire quindi il miglioramento continuo? Fino a dove ci si può spingere? Questa è la vera sfida per C.R.M. Mazzoccato. E per condurla, ci vuole il pensiero creativo di un vero sviluppatore di soluzioni specifiche adattate al momento. Se ad esempio, tra due numeri ci sono infiniti decimali, come irreggimentarli tutti in un catalogo? Bisognerà ad un certo punto fare la scelta: o uno, o due. E se a me serve 1,5?

Il punto è per C.R.M. Mazzoccato che pensare prima le soluzioni dei problemi non è più sostenibile perché comporta uno spreco di risorse: finisce sul mercato una lega d’acciaio, bisogna trovarne subito un’altra ed adattare il processo di produzione; sparisce il piombo dai componenti delle leghe, si fatica a lavorare e peggiora la truciolabilità. Occorre invece studiare come soddisfare velocemente le richieste, usando la corretta quantità di risorse, con il minimo spreco, creando economia circolare. Se il tempo per produrre una soluzione speciale perché DIFF3RENTE sarà soltanto quello che serve effettivamente, lo avremo utilizzato nel modo migliore, senza sprechi.

Gli unici vincoli sono quelli imposti dal prodotto, dalla macchina, dal materiale, o dal processo di lavorazione, sempre diversi, visti con l’esperienza di chi come C.R.M. Mazzoccato ha affrontato da sempre problemi diversi, trovando una soluzione finalizzata ad un problema. La sostenibilità e la personalizzazione, con prodotti davvero DIFF3RENTI, sono in fondo secondo C.R.M. Mazzoccato la vera ragione della personalizzazione sempre più spinta della produzione futura.

L’azienda ha risolto ad esempio un caso di lavorazione della grafite con un utensile in diamante policristallino lungo 7 mm, mentre la lunghezza del tagliente disponibile sul mercato è pari a 5 mm ed implica due passate per ogni lavorazione, con maggiori tempi e costi. La personalizzazione in questo caso specifico è stata realizzata con due proposte di placchette PCD, con petto positivo o neutro. Tra le ultime soluzioni personalizzate di C.R.M. Mazzoccato citiamo:

  • Problemi di truciolatura di un materiale ostico:

Personalizzazione con proposta di tre possibili rompitrucioli da testare sul campo

  • Problemi di “vibrazione” con lavorazione mediante spoglia a 7° standard:

Personalizzazione con proposta esecutiva in diversi gradi di spoglia progressivi

  • Nuove normative con introduzione vincoli all’utilizzo di componenti d’ora in poi considerati “insostenibili”:

Personalizzazione con proposte differenziate mutuate da altre lavorazioni in altri settori

Nonostante la sua storia millenaria dunque, il processo sottrattivo, che prevede l’ottenimento di un particolare mediante asportazione di truciolo, continua a trasformarsi, perfezionandosi, fino ad arrivare ad esempio, alle macchine laser di ultima generazione che utilizzando fasci di luce generati e concentrati sono capaci di ricavare profili altamente customizzati.

production mode