News di prodotto

Emco, centri di lavoro con design modulare per lavorazioni dinamiche e di alta precisione

Il MaxxTurn 65 G2 di Emco è stato completamente riprogettato.

Grazie al suo design modulare intelligente, la macchina offre un’ampia gamma di opzioni per le esigenze specifiche del cliente. L’elevata potenza di azionamento del mandrino principale e del contromandrino, insieme a caratteristiche di coppia ottimali, garantisce efficienza economica sia nella lavorazione dell’acciaio che nella lavorazione ad alta velocità dell’alluminio. 12 utensili motorizzati e un asse Y garantiscono risultati perfetti nelle operazioni di fresatura e foratura complesse. Con numerose soluzioni di automazione e l’assistente di processo digitale EmConnect (nella foto in alto), il MaxxTurn 65 G2 è all’avanguardia e consente una produzione a basso impiego di manodopera.

Struttura della macchina

Il cuore della macchina è il bancale inclinato di 40°. Progettato come una struttura in acciaio saldato estremamente rigida e compatta, è alla base di un tornio robusto e preciso. I rinforzi forniscono ulteriore rigidità nelle zone esposte alle maggiori sollecitazioni. Ulteriore sviluppo del MaxxTurn 65 G1, la macchina colpisce per il suo design moderno e innovativo. L’integrazione ottimizzata del convogliatore di trucioli garantisce dimensioni compatte. Al posto delle trasmissioni a cinghia, vengono utilizzati motori mandrino sul mandrino principale e sul contromandrino, garantendo in tal modo una gamma di velocità particolarmente ampia fino a 5000 giri/min e proprietà di concentricità estremamente buone. Sono disponibili 3 dimensioni principali del mandrino a seconda delle esigenze del cliente: Standard di diametro 65 mm / BigBore di diametro 77 mm / SuperBigBore di diametro 95 mm. Una contropunta dal design simmetrico, insieme ai sensori di temperatura nei punti di supporto e al raffreddamento a liquido, garantiscono un’elevata stabilità termica. L’asse C, che fa parte della dotazione base della macchina, consente il posizionamento del mandrino con una risoluzione di 0,001°. Grazie all’encoder flangiato direttamente, l’asse C è ideale per la fresatura precisa dei contorni; è inoltre possibile attivare un freno di stazionamento idraulico (opzionale). Anche l’asse Y è integrato nella struttura base della macchina e posizionato a 90° rispetto all’asse X. Lunghezze di proiezione estremamente ridotte costituiscono la base per operazioni di tornitura e foratura stabili, nonché per operazioni di fresatura senza contorno. Su tutti gli assi lineari sono installati sistemi di misura assoluti: dispersione di posizione secondo VDI3441 lungo X/Y/Z: 0,0035/0,0035/0,004 μm standard / 0,002/0,002/0,002 μm in opzione, con righe ottiche e misurazione laser.

Configurazioni della macchina

Il MaxxTurn 65 G2 ha numerose opzioni modulari ed è disponibile in diverse versioni:
– MT65 G2 M: incl. utensili motorizzati, asse C e contropunta;
– MT65 G2 MY: incl. utensili motorizzati, asse C, asse Y e contropunta;
– MT65-G2 SM: incl. contromandrino, utensili motorizzati e asse C;
– MT65-G2 SMY: incl. contromandrino, utensili motorizzati, asse C e asse Y.
Sulla versione MT65M-G2 con contropunta, la contropunta è montata su un binario di guida a rulli e può essere spostata automaticamente su una lunghezza di 500 mm. In opzione è disponibile una lunetta di trascinamento di diametro 8-101 mm. Questa garantisce un utilizzo ancora più flessibile della macchina, ad esempio per la lavorazione di alberi. Sulla versione MT65S-G2 con contromandrino, la testa del contromandrino è alloggiata su un proprio binario di guida a rulli e può essere spostata automaticamente su una lunghezza di 580 mm. Il mandrino è azionato da un motore mandrino integrato (ISM) con raffreddamento a liquido. Un espulsore dei pezzi monitorato sulla corsa, bagnato da liquido di raffreddamento, garantisce la rimozione sicura dei pezzi finiti. È inoltre disponibile una torretta VDI30 a 12 stazioni (in opzione VDI 40) con tecnologia a motore singolo. Un servomotore alimenta gli utensili motorizzati o il movimento di rotazione – ne risultano l’assenza di sollevamento e l’indexaggio con logica direzionale. Ogni stazione può ospitare portautensili motorizzati; in alternativa è possibile integrare una torretta BMT55 a 12 stazioni con azionamento diretto, fino a 12.000 giri/min, o anche una torretta BMT45 a 16 stazioni.

Controllo

Il cliente può scegliere tra il sistema di controllo Sinumerik One o Fanuc 31i-B. Il pannello di controllo del MaxxTurn 65 G2 è regolabile in altezza a destra e può essere ruotato, garantendo così la massima ergonomia. Gli schermi multi-touch da 22″ migliorano la visualizzazione delle singole funzioni di controllo. L’assistente di processo digitale opzionale EmConnect è sinonimo di connettività e collegamento in rete dell’ambiente di produzione e favorisce l’integrazione completa delle applicazioni specifiche del cliente e di sistema nel controllo della macchina e nel processo di produzione. L’utente e le sue esigenze sono al centro delle procedure operative, i processi di lavoro sono resi più efficienti e la consueta elevata affidabilità delle macchine viene mantenuta in tutte le modalità operative. EmConnect può essere aggiornato e configurato facilmente e rapidamente e la selezione delle app disponibili viene costantemente ampliata. Ad esempio, l’app Shopfloor Management è un’opzione per l’acquisizione dei dati della macchina e della produzione, consentendo il monitoraggio completo di tutte le macchine e l’organizzazione dei processi nell’area di produzione. Con EmConnect sono disponibili anche app per ridurre al minimo i tempi di fermo.

Automazione

Per una produzione efficiente sono disponibili i caricatori di barre Emco SL1200, Irco ILS-Muk 7012 o 10012, FMB Turbo 5-65 o 8-75 e Top Automazioni X-Files. Il caricatore a portale Emco garantisce il carico e lo scarico completamente automatici dei pezzi e un’interazione perfetta tra la macchina utensile e il dispositivo di caricamento. Se richiesto, può essere offerta anche l’automazione tramite robot flessibile.

production mode