Canali

Essere versatili con l’IoT (Internet of Things)

In pochi anni sarà normale vedere i dispositivi connessi a Internet nella maggior parte dei settori industriali e di consumo.

L’istituto di ricerca IHS Markit prevede che entro il 2025 saranno presenti nel mondo circa 75,4 miliardi di dispositivi IoT (Internet of Things). In questa sede Jonathan Wilkins, direttore marketing del fornitore di parti industriali obsolete EU Automation, spiega come l’IoT abbia un impatto sulle aziende che si rapportano direttamente con i consumatori e che insegnamento possono trarne i produttori.

I dispositivi IoT sono già ovunque. Alcuni sono utili, basti pensare ai fitness tracker che possono mostrare la frequenza cardiaca, i passi e gli alimenti assunti. Alcuni sono un po’ meno utili, come il Quirky Egg Minder, che controlla la quantità di uova nel proprio frigorifero e le loro date di scadenza. Se scelti con cura, i dispositivi IoT possono essere utili in una vasta gamma di settori industriali, a esempio nel settore manifatturiero, nel campo dell’assistenza sanitaria e della pianificazione urbana.

Si prevede ormai che i cosiddetti “Millennials” (la Generazione Y nata a fine secolo, fra il 1980 e il 2000) presto supereranno per numero i “baby boomers” (nati in Occidente tra il 1945 e il 1964) e diventeranno il più grande gruppo di consumatori con reddito disponibile. Si prevede che spenderanno circa 4 mila trilioni di dollari ogni anno entro il 2020, quindi gli imprenditori dovrebbero pensare a come poter raggiungere questa fascia demografica. I “Millennials” sono cresciuti già nell’era digitale e possono quindi adattarsi facilmente alle tecnologie innovative. Nell’aggiornare i loro servizi, gli imprenditori dovrebbero considerare il modo in cui i dispositivi IoT possano aiutarli a raggiungere il loro pubblico e a mantenere la competitività.

Se scorriamo la bacheca dei social network, possiamo già vedere come gli inserzionisti utilizzino la tecnologia per attirare la nostra attenzione. Gli algoritmi a IA (Intelligenza Artificiale) rilevano i comportamenti in base a ciò che si naviga online per poi mostrare annunci pertinenti. Quando inizieremo a utilizzare più dispositivi IoT, gli inserzionisti avranno maggiori opportunità di interagire con i consumatori. Ad esempio, un fitness tracker rileva che siamo entrati in un supermercato per uno spuntino dopo la corsa: un inserzionista può immediatamente inviarci un buono sconto per quel negozio. I produttori possono utilizzare una tecnologia simile per monitorare le condizioni della macchina e ottimizzare la produttività negli impianti industriali. L’IA è in grado di rilevare eventuali cambiamenti nelle condizioni della macchina e avvisare i tecnici della manutenzione di eventuali problemi che potrebbero causare periodi di fermo macchina.

Un servizio clienti impeccabile è la chiave del successo nel campo dell’industria ricettiva. Gli albergatori possono personalizzare il soggiorno di un cliente e ridurre il consumo energetico installando sensori intelligenti. I sensori possono rilevare luce e temperatura e ricordare le preferenze dell’ospite, assicurandosi che la stanza mantenga le modifiche apportate. I sensori possono anche misurare la luce naturale e la temperatura nella stanza e regolare di conseguenza la luce artificiale e la temperatura. I produttori dovrebbero considerare in che modo i sensori possono migliorare sia la struttura che la produzione. Possono utilizzare i dati raccolti dai sensori per migliorare l’efficienza della macchina e regolare l’utilizzo di elettricità e acqua nella struttura per migliorare l’efficienza energetica e ridurre le bollette.

Man mano che sempre più persone scelgono di acquistare online, i rivenditori dovrebbero considerare come utilizzare la tecnologia per semplificare lo shopping in negozio. Secondo uno studio sulla visione del retail 2017 condotto da Zebra, il 70% dei rivenditori in tutto il mondo è pronto a adottare la tecnologia IoT per migliorare l’esperienza dei clienti nei propri negozi. I sensori intelligenti possono facilitare l’esperienza di acquisto per i consumatori. Con la tecnologia, i rivenditori possono seguire i percorsi dei clienti all’interno del negozio e riposizionare gli scaffali per ottimizzare l’esperienza. L’87% dei venditori al dettaglio prevede inoltre di utilizzare degli MPOS (POS mobili) in futuro per consentire ai clienti di pagare gli articoli in qualsiasi punto del negozio con il dispositivo di un membro dello staff. I produttori di apparecchiature originali (OEM) possono adottare un’analoga tecnologia IoT per ottimizzare la produttività e garantire che ai consumatori venga venduto sempre un prodotto migliore. Possono utilizzare questa tecnologia per gestire il magazzino, il controllo di qualità e controllare documenti importanti per migliorare la qualità dei prodotti e i tempi di consegna.

L’utilizzo della tecnologia in queste applicazioni può rendere felici i clienti. Tuttavia, poiché la tecnologia è così vicina al consumatore, deve sempre funzionare in modo efficiente per evitare inconvenienti. Sia attività che si rivolgono direttamente al cliente che le industrie devono adottare misure per prevenire i tempi di fermo, poiché i guasti possono essere costosi. Dovrebbero implementare un programma di manutenzione predittiva in grado di monitorare le condizioni della macchina e anticiparne gli eventuali guasti. Prima che si verifichi il guasto, gli ingegneri possono contattare i fornitori dei ricambi, come EU Automation, e ordinare i ricambi obsoleti, nuovi o ricondizionati per riportare il loro sistema in piena efficienza. Ci affidiamo alla tecnologia intelligente per ricevere le informazioni giuste al momento giusto, sia che si tratti di uno smartwatch che monitora la nostra forma fisica o di un portauova intelligente che monitora le date di scadenza. Le aziende commerciali dovrebbero investire nella tecnologia IoT per ottenere le informazioni di cui hanno bisogno al fine di soddisfare le esigenze dei propri clienti e rimanere competitive in questa era digitale.