Canali

Salvagnini a EuroBLECH 2018 dà il benvenuto ufficiale nella Social Industry

Alla fiera EuroBLECH del 23-26 ottobre 2018 Salvagnini fa un ulteriore passo avanti, proponendo la Social Industry, un nuovo concetto che unisce due dimensioni complementari.

I capisaldi su cui Salvagnini ha sviluppato la propria gamma di prodotti sono l’automazione flessibile e l’efficienza dei processi: soluzioni intelligenti in grado di produrre una grande varietà di pezzi, in sequenza e senza interruzioni, grazie agli allestimenti in tempo mascherato e a dispositivi di automazione che riducono i tempi di lavorazione ed eliminano la necessità di intervento umano nelle lavorazioni a scarso valore aggiunto. La quarta rivoluzione industriale è la naturale evoluzione per Salvagnini. Nel modello dell’Industria 4.0 si conferma il percorso innovativo intrapreso fin dal 1985 con l’identificazione di due aspetti vincenti e competitivi per le aziende destinate ad emergere nel futuro: la connettività delle macchine e le fabbriche automatiche in grado di funzionare senza presidio.

Alla fiera EuroBLECH del 23-26 ottobre 2018 Salvagnini fa un ulteriore passo avanti, proponendo la Social Industry, un nuovo concetto che unisce due dimensioni complementari: Social nel senso più ampio (digitale, connessa, responsabile, virtuale e rispettosa dell’uomo e dell’ambiente) e Industry nel senso che raggruppa i concetti di fabbrica, processo, produzione, flusso. Il risultato è una combinazione di processi adattivi, efficienti e automatici, perfettamente bilanciati, interconnessi all’interno e all’esterno dall’azienda, rispettosi dell’uomo e dell’ambiente, in grado di comunicare tra di loro, eliminare i tempi di lavorazione, massimizzare la produttività, effettuare produzioni personalizzate, minimizzare gli scarti e i consumi e risparmiare tempo.

Dal punto di vista delle innovazioni tecniche, EuroBLECH 2018 è la vetrina in cui Salvagnini mostrerà in anteprima mondiale la nuova combinata S1 punzonatrice-laser, una soluzione innovativa che comprende:
– una testa multipressa di seconda generazione per gestire simultaneamente utensili a torretta alta;
– un manipolatore ad allestimento variabile che garantisce il migliore utilizzo della lamiera e tempi di ciclo ridotti;
– la testa di taglio laser a fibra che elimina tutti i vincoli legati alle geometria del pezzo.

La seconda incredibile innovazione è B3.AU-TO, la pressa piegatrice super automatizzata dotata di AU-TO, il nuovo sistema automatico di cambio utensile, e dei dispositivi ATA e ATA.L per la messa a punto degli utensili superiori e inferiori per la produzione a kit e a pezzo singolo. Diverse innovazioni sono presenti anche in L5, il laser ad alte dinamiche ora gestito da un nuovo pianificatore di traiettoria che garantisce precisione e prestazioni massime, riducendo al minimo i consumi e la manutenzione. L5 sarà connesso a LTWS, l’innovativo magazzino a torre singola, dotato di un nuovo sistema di sorting automatico MCU. Presso lo stand della fiera tedesca saranno presenti un sistema FMS e un sistema FMC per consentire un confronto ravvicinato tra le diverse strategie produttive e l’interazione dal vivo con l’intelligenza che regola i flussi di produzione in fabbrica.

La linea FMS S4+P4 verrà gestita da una nuovissima intelligenza che massimizza la produttività e il nesting, ma che migliora anche le operazioni a valle.

La FlexCell FMC sarà composta da diverse macchine collegate via SGV (veicoli a guida autonoma); tra queste spicca la P2lean-2120, la pannellatrice compatta adattiva, un vero concentrato di tecnologia. Si tratta della pannellatrice più venduta tra i 15 modelli Salvagnini disponibili, in grado di compiere pieghe fino a 203 mm in altezza e 2180 mm in lunghezza senza riattrezzaggio.

I visitatori potranno scegliere omaggi speciali, che metteranno in produzione ritireranno direttamente presso lo stand una volta prodotti. Inoltre il team di specialisti di consulenza industriale ConceptS sarà a disposizione per simulazioni applicative su processi produttivi e per approfondire tematiche sull’efficienza di fabbrica e di processo.