Canali

Per un laser più produttivo: l’esperienza di Cy-Laser

Sistemi laser e automazione, ma soprattutto attenzione nei confronti delle esigenze del cliente. Così Cy-Laser affronta il mercato oggi fattosi estremamente competitivo del taglio lamiera.

Scarica l’articolo in versione pdf

La capacità di un’azienda di stare sul mercato si misura nell’attitudine a rinnovare la propria offerta recependo gli input da fornitori e clienti, ma soprattutto dalla forza di innovare creando opportunità che prima non c’erano e industrializzando un processo produttivo che permetta di customizzare soluzioni sulla base delle necessità dei singoli clienti. Cy-Laser ha fatto di questa filosofia l’asse portante della sua attività, dal primo taglio laser con la fibra ottica nel 2004 alle ultime innovazioni: controllo della frequenza e del flusso di gas in assistenza al taglio (Vortex), fascio laser modulabile (Vega), fino alle automazioni di carico e scarico Compact Server e Compact Store.

Automazione per incrementare la produttività

Compact Server è un sistema che permette il carico automatizzato delle lamiere sul cambio banco del laser al fine di garantire la continuità produttiva in azienda. Si distingue per lato di carico in Side e Long: rispettivamente le due automazioni permettono di caricare in totale autonomia lamiere frontalmente o lateralmente, ma con procedura analoga. La scelta della tipologia di carico dipende dal layout del sito dove viene posizionato l’impianto e dal flusso che si vuole dare alle lavorazioni in azienda.

Sicurezza ed efficienza sono state alla base dello sviluppo del Compact Server: in particolare si è voluto dare al sistema un processo di sfoglio della lamiera che permetta la certezza del risultato.

Il funzionamento consiste in una combinazione di sistemi quali le ventose, i magneti, il soffio d’aria e una spazzola che separano le lamiere e un sistema elettronico che verifica che il prelievo sia di una e una sola lastra.

La lamiera viene traslata con un sistema a ventose sul cambio banco che la porta all’interno della macchina laser: questa effettua la lavorazione programmata. Al termine della lavorazione la lastra esce dalla macchina e un sistema automatico a forche solleva la lamiera tagliata, che viene depositata su un piano dedicato: alla fine delle lavorazioni di tutte le lamiere, il piano trasla verso il lato operatore che lo può scaricare.

Il Compact Server Side e il Compact Server Long hanno il medesimo funzionamento ma, a parte il diverso layout, il secondo ha la possibilità di spostarsi dal cambio banco della macchina lasciandola in modalità stand alone (ossia libera dall’automazione).

Per le aziende che hanno la necessità di stoccare e gestire con l’automazione spessori e materiali diversi, è disponibile il Compact Store. La torre può essere personalizzata sia stabilendo la quantità di cassetti, compatibilmente con l’altezza del capannone, ma anche stabilendo all’inizio delle lavorazioni quali e quanti sono i cassetti di carico e di scarico. In base al programma di lavoro, il Compact Store chiama un determinato cassetto (portata massima 3000 kg) e con processo del tutto analogo al Compact Server gestisce le lamiere che, una volta lavorate, si troveranno in una precisa posizione nella torre stessa.

Soluzioni pensate per il cliente

Le automazioni sono nate qualche anno fa dall’esigenza di fare lavorare la macchina in maniera non presidiata, allungando così il tempo di lavoro senza il costo aggiunto dell’operatore. Originariamente le automazioni venivano richieste solo da grandi realtà che avevano una produzione in serie di grandi lotti, ma oggi l’investimento in automazione viene fatto anche da piccole realtà che gestiscono lotti medio-piccoli. Negli ultimi anni, infatti, sempre più aziende si affidano a macchine automatizzate per rientrare dell’importante investimento nel più breve tempo possibile. «Per i prossimi anni – afferma Giovanni Barausse, Responsabile Commerciale Italia di Cy-Laser – prevediamo un sicuro incremento delle richieste di automazioni sia in Italia che all’estero, anche in virtù della lunga esperienza accumulata per quanto riguarda automazioni su macchine con campo di lavoro di 1500 x 3000 mm e 2000 x 4000 mm, sia standard sia custom. Non ci sono limiti alle combinazioni, anche con automazioni differenti nel contesto dello stesso impianto». Le relazioni che si instaurano con i clienti sono uno dei punti di forza di Cy-Laser, che impronta i rapporti sulla base di una progettualità condivisa dove la riuscita del percorso di sviluppo (i primi contatti, la fase di progettazione, lo sviluppo del progetto, la sua realizzazione, l’installazione e l’avviamento dell’impianto) è l’obiettivo sia del cliente, sia della stessa Cy-Laser.

Sviluppo costante

Le relazioni sono dunque molto importanti per Cy-Laser, che monitora continuamente le dinamiche di mercato e raccoglie puntualmente i feedback dalla forza vendita: in questa equazione entra in gioco la divisione Research & Development, dalla quale nascono e vengono posti in essere i nuovi progetti che andranno a rinvigorire la proposta tecnica e commerciale.

«La creazione fin dall’inizio della divisione R&D – dice Federico Campana, Presidente di Cy-Laser – è stata una scelta fortemente voluta e per certi versi dovuta. Voluta con forza perché nel nostro DNA abbiamo sicuramente il gene dell’innovazione e investiamo tempo e importanti risorse per potere dare soluzioni sempre più efficaci e innovative a un mercato che diventa ogni anno più competitivo ed esigente; una scelta dovuta perché la divisione R&D ci consente non solo di stare “sul pezzo”, ma offre modelli di sviluppo ai nostri clienti anche sulla base dei loro input, così possono contribuire fattivamente a un processo condiviso».

In questo quadro e con questa spinta all’innovazione che caratterizza l’azienda fin dalla sua fondazione, Cy-Laser ha immesso sul mercato Vortex e Vega. Il primo, presentato due anni fa, è un processo di taglio che combina un attento controllo della potenza del laser con il controllo del flusso dei gas in assistenza al taglio e ottimizza il risultato di taglio sull’inox con spessori superiori ai 10 mm. Vega, la vera novità presentata a EuroBLECH 2018, è un processo di taglio che deriva dalla possibilità di modulare la forma del fascio laser in pochi secondi e permette di ottenere risultati ottimali su spessori fino a 6 mm con l’inox così come su altri spessori e materiali. Questo complesso ma virtuoso sistema, attento ai segnali forti e deboli del mercato, ha permesso in questi anni una costante crescita e conquista di fette di mercato da parte di Cy-Laser, che oggi può contare su una solida base di installato in Italia e in tutta Europa. Negli anni della globalizzazione, il management ha saputo creare anche relazioni solide con il Nord e il Sud America e l’Est Asiatico.  Per queste ragioni si è resa necessaria la creazione di uffici commerciali negli Stati Uniti, in Brasile e in India, dove gli impianti di automazione potranno trovare ulteriori aree di sviluppo.